Rihanna sfugge per puro caso all’attentato di Nizza!!

 

La pop star Rihanna, impegnata nel suo tour con un concerto a Milano ha fatto tappa anche a Nizza per una data successiva ed è miracolosamente scampata all’attentato del 14 Luglio, costato la vita a 83 persone.

La cantante delle Barbados era arrivata nella città francese dopo lo show di San Siro che da molti è stato giudicato deludente e non all’altezza delle aspettative,  sulla scia dei flop e delusioni che hanno costellato le performance della cantante durante L’ANTI Tour

Di San Siro in particolare è stato detto che la scaletta era praticamente inesistente, i brani tagliati e lo stadio era stato trasformato in un grande club con evidente disappunto dei più accaniti che non hanno gradito affatto lo spettacolo.

Insomma, dopo questa deludente prova italiana, sarebbe toccato a Nizza ospitare Rihanna al Riviera Allianz  Stadium, ed è stato proprio durante le prove del concerto che si sarebbe dovuto tenere il giorno successivo, venerdì 15, che la cantante è stata coinvolta nell’attacco terroristico costato la vita a 83 persone.

Le dichiarazioni dello staff della cantante la danno ancora bloccata nella città rivierasca, come molte altre decine di turisti, ai quali è stato raccomandato di non uscire e di evitare spostamenti,  e si sta cercando di organizzare il suo rientro per la prosecuzione del tour, dato che tutte le manifestazioni pubbliche sono state annullate dal sindaco Christian Estrosi, che ha anche annullato una delle maggiori manifestazioni di Jazz Europee il Nice Jazz Festival.

A dare la notizia dell’annullamento del ANTI Tour è stata la stessa Rihanna dal suo profilo Instagram ,esprimendo cordoglio per le vittime degli attentati e e vicinanza  alle famiglie di tutti coloro incappati nella follia omicida del terrorista, che con un camion è piombato sulla folla festante che si recava allo spettacolo pirotecnico sulla Promenade Des Anglais.

Il bilancio della tragedia è arrivato a 84 morti, di cui la maggior parte bambini, mentre i feriti superano il centinaio ed alcuni sono statti dichiarati in condizione critiche.