Renato Zero, ALT Tour le date i luoghi

 

Renato Zero ha recentemente riscosso grandissimo successo con il suo concerto all’Arena di Verona, dove ha presentato tutti i brani del suo ultimo album ALT accompagnato dalla sua Band e dall’Orchestra Filarmonica di Franciacorta, sotto la direzione del maestro Renato Serio.

Renato Zero, ALT Tour le date i luoghi

Sull’onda di questo successo partirà a Novembre  Alt Tour che porterà L’artista romano nei principali Palasport della nostra penisola.

24 e 25 novembre Bologna, Unipol Arena
28 e 30 novembre Torino, Pala AlpiTour
6, 7 9 e 10 dicembre Roma, Pala Lottomatica
16, 17 e 19 dicembre Firenze, Nelson Mandela Forum
22 e 23 dicembre Padova, Arena Spettacoli Padova Fiere
6, 7 e 9 gennaio Assago (Mi), Mediolanum Forum

Sono passati tre anni dall’ultimo doppio album pubblicato dal cantante romano, che con AMO aveva affrontato tematiche molto più intimistiche e personali, il nuovo album si presenta infatti come una svolta rispetto al precedente, tratta temi sociali e di denuncia con 14 brani inediti, dove trovano spazio i temi della fede, della violenza, dei giovani, del lavoro, del destino dell’arte, dell’amore in tutte le sue declinazioni, dell’ecologia, delle politiche d’accoglienza e dei nuclei affettivi.

I brani sono stati scritti  e prodotti  da Renato Zero e Danilo Madonia, in collaborazione con moltissimi autori italiani.

“ALT”, certificato oro a sole tre settimane dall’uscita

Attualmente in radio troviamo proposto  il brano Rivoluzione, secondo singolo dopo il precedente “Chiedi” entrambi estratti dall’album di inediti “ALT”, certificato oro a sole tre settimane dall’uscita.

Tanti temi trovano spazio in queste nuove sorprendenti canzoni, che ancora una volta sono proiettati guardando avanti e alle nuove generazioni con coraggio, spirito identitario e irriducibile speranza.

Certo è passato molto tempo da quando Renato Fiacchini frequentava il Piper con Le sorelle Bertè, di cui era amico e confidente, o da quando calcava le scene con la versione italiana di Hair a teatro, ma il personaggio è rimasto lo stesso.

Renato, non è cambiato negli anni, la sua attenzione al sociale è la stessa di quando pubblicava i suoi primi album, dove con sguardo acuto e disincantato metteva alla berlina vizi e virtù degli italiani.

Ed è a lui che dobbiamo canzoni poetiche e delicate, come “Amico” o il “Carrozzone” che tutti abbiamo canticchiato almeno una volta, bentornato Renato.