Justin Timberlake rischia fino a 30 giorni di carcere

 

Justin Timbarlake ha combinato un bel guaio: uno scherzo che poteva certamente costargli caro, visto che la legge del suo paese impedisce assolutamente di pubblicare foto o video inerenti al foto.

L’artista, difatti, in questi giorni se n’è completamente infischiato ed ha pubblicato sul suo canale ufficiale di Instagram un selfie in cui è ritratto all’interno della cabina elettorale con la sua tessera del voto in mano, in occasione delle presidenziali USA.

L’ex componente dei Nsync aveva solo in mente di esortare i suoi follower ad andare a votare ai seggi, ma in realtà allo stesso tempo ha commesso un reato, visto che la legge vieta a chiunque di registrare video o scattare foto quando ci si trova dentro l’urna. Insomma, nonostante l’artista rischiasse fino a 30 giorni di carcere, sembra che ora se la sia cavata!

Nel frattempo, lo scatto incriminato è scomparso dal suo canale ufficiale, anche se in realtà in rete continua ancora a circolare!