Gwen Stefani, il suo tour è un flop!

 

“This Is What the Truth Feels Like”, ultimo lavoro prodotto da Gwen Stefani, uscito a marzo di quest’anno con 160mila copie vendute in tutto il mondo viene portato sul palco ma risulta essere un fallimento, questo è il terzo album dell’artista statunitense arrivato a ben dieci anni dal secondo.

In realtà il disco era già pronto tempo fa, ma dopo lo scarso successo che riscossero i singoli estratti, “Baby Don’t Lie” e “Spark the Fire” la cantante decise di bloccare il lavoro per ricominciare tutto da capo, e così nel 2015 esce finalmente “Used to Love You” primo singolo lanciato per promuovere il nuovo disco “This Is What the Truth Feels Like”, ed ispirato alla sua relazione il britannico Gavin Rossdale ormai finita, a un mese dalla commercializzazione del lavoro viene pubblicato anche “Make Me Like You”.

Tutto questo lavoro però non sembra essere servito a granché, visto che il suo tour Nord-americano non sta raccogliendo molti profitti, lo dimostra il fatto che i biglietti, inizialmente in vendita a 80$ l’uno, sono stati fortemente svalutati, il primo luglio Gwen Stefani ha annunciato su Instagram che chi avesse acquistato quattro biglietti avrebbe pagato solo 40$, molte sono state le testate che hanno supportato la vendita promozionale, è quindi chiaro che sono rimasti tanti posti vacanti già alle prime date, segnale non incoraggiante visto che il viaggio è ancora lungo, la data più vicina è prevista per il 9 di questo mese a San Diego e l’ultima, che concluderà il viaggio è il sedici di ottobre a Los Angeles.

La popolarità della star è in chiaro declino se si confrontano le cifre del suo “Sweet Escape Tour” del 2007 con 55 concerti, di cui 53 Sold Out, con un totale di incassi che ammonta a 30511669 dollari.